Formula Master by VFactor

Il nostro Marcello Caneschi prenderà parte al Formula Master, organizzato dal team vFactor. In seguito al risultato ottenuto nelle pre-qualifiche, correrà nella categoria junior, caratterizzata comunque da un livello medio decisamente elevato. Vedremo cosa sarà in grado di fare il nostro pilota.

ROUND 1: Austin

Ottima prestazione all’esordio per il nostro Marcello, che è sceso in pista ad Austin.

QUALIFICA: Nonostante la febbre, si piazza terzo con una mescola più dura rispetto agli avversari.

GARA: altrettanto positiva, che lo vede in lotta per la terza posizione, rischiando di agguantare anche la P2. Peccato per un errore sul finale che ha compromesso quanto di buono fatto fino a quel momento. Chiude in P4. Nonostante le condizioni fisiche non al top e l’errore, porta a casa punti importanti e la prestazione nel suo complesso lascia ben sperare per una scalata verso il podio (nella speranza di mettere piede sul gradino più alto). Continua così!

ROUND 2: Montrèal

Secondo round in salita per Marcello, costretto ad affrontare i problemi con la linea internet la sera stessa della gara.

QUALIFICA: riesce ad entrare nel server solo a 3 minuti dallo scadere delle qualifiche. Effettua soltanto un giro, piazzandosi in P9.

GARA: dato il risultato non ottimale della qualifica, Marcello prova una strategia aggressiva che prevede una sola sosta. Partenza perfetta per il nostro pilota, che dopo soli 5 giri si trova già in P4. Grazie alla strategia con una sosta in meno rispetto agli avversari si fa concreta la possibilità di passare in testa, ma tutto viene rovinato da un doppiato che decide di cambiare traiettoria all’ultimo istante, centrando Marcello e facendogli perdere oltre 10 secondi. A questo punto non resta altro che la difesa della P3, con gomme finite e con l’avversario in P4 sempre più vicino. Parte un duello che termina a 6 minuti dal termine, quando Marcello subisce un sorpasso con una manovra priva di senso e che infatti termina con il contatto tra i due piloti, che causa enormi danni alla sospensione destra per il nostro Marcello che incolpevole si trova costretto al rientro ai box. Esce dal pit in P6 e a suon di giri record riesce ad agguantare la P5 con un sorpasso da manuale allo scadere. Gara che non può che renderci soddisfatti del risultato, figlio di troppe sfortune e che poteva essere decisamente migliore

ROUND 3: Messico

QUALIFICA: solita strategia con mescola più dura per ridurre il numero di pit da effettuare in gara. Nonostante lo svantaggio riesce a chiudere alla grande, finendo in P3

GARA: la mescola più dura rende difficili i primi giri a causa di un grip minore, causando la perdita di tre posizioni. Tutto comunque secondo i piani, grazie alla strategia con un numero minore di pit che darà un vantaggio nella seconda parte della gara. Tuttavia, a causa di un incidente dovuto alla perdita di controllo del pilota che lo precedeva, subisce danni pesanti ed è costretto a ripartire dall’ultima posizione. Parte una grande rimonta che lo vede chiudere in P6 a suon di sorpassi. Considerando la sfortuna iniziale, non possiamo che essere soddisfatti del risultato ottenuto in completa salita.

ROUND 4: Paul Ricard

QUALIFICA: nonostante la scarsa preparazione della gara riesce a esprimersi discretamente. Chiude in P5

GARA: gara calma con l’unico obiettivo di portare a casa più punti possibile, limitando i danni derivanti dal poco allenamento e dal setup che rendeva l’auto poco stabile. Grazie a degli errori da parte degli avversari riesce a raggiungere momentaneamente la seconda posizione, ma il passo più lento lo porta a soffrire e perdere terreno. Perde due posizioni ma riesce a lottare duramente fino alla fine per mantenere una P4 che vale oro date le circostanze

ROUND 5: Sepang

QUALIFICA: fatica a trovare il giusto feeling. Chiude in P8

GARA: gara davvero difficile per Marcello, che non riesce a trovare un buon ritmo e si ritrova a soffrire per tutta la gara. Gara piuttosto opaca per il nostro pilota, che chiude in P6

Vai alla barra degli strumenti